WEN – LÀ FUORI – A nudo – Giovanna Ristori

Mai come ora
siamo coperti di manti e orpelli
dai miseri colori e da sottili certezze
mutevoli e ribelli
La vergogna ora
non è più mostrare un corpo
bensì svelare il proprio torto
E’ diventata interiore,
ora, è quel che abbiamo dentro
a provocar pudore
Oggi un corpo nudo
non fa più scalpore
di quanto uno starnuto
faccia, invece, rumore
E il desiderio di mostrarsi
cambia l’anelato oggetto,
che se ieri era un seno, domani
vorrà tornare ad essere un sorriso,
anche se imperfetto

di Giovanna Ristori

ITALIANI IMBECILLI: I 'David' di Donatello e di Michelangelo

Una opinione su "WEN – LÀ FUORI – A nudo – Giovanna Ristori"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: