WEN – ACQUA – Mare – Antonella Cipriani

Mi sei mancato.
Mi sono mancati
lo sciabordio delle onde, il sale
il profumo di salmastro, di posidonia
Il suono irregolare e melodico della tua acqua mai ferma; Il contatto della sabbia sulla pelle, la sua invadenza senza permesso, il suo calore, la morbidezza, duttilità, quantità, lucentezza.
Mi son mancate  le parole delle tue onde – ganci che mi sollevano sbrigliandomi dai legami dell’obbligo e del dovere – respiro di libertà vitale.

Mi sei mancato.

Ora sono qui davanti alla tua immensa  distesa d’acqua e non mi basta viverti.
Tutto ciò che sei, non riesce a riempire l’assenza dei giorni non vissuti sebbene il ricordo si sommi al presente e intraveda un futuro che forse – chissà – potrebbe cancellare il difetto.

 

 

di Antonella Cipriani

IMG_4485

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: