RICOMINCIO DA FIRENZE -Antonella Cipriani legge Mirko Tondi

Ho appena terminato Ricomincio da Firenze di Mirko Tondi, leggendolo secondo l’ispirazione del momento, saltando i capitoli, per poi tornare indietro e poi di nuovo avanti con tutta la libertà che un’opera del genere permette, anche se questo è un libro che non conosce la parola fine, perché può sempre presentarsi l’occasione di rivedere in TV uno dei film menzionati e proprio quando ci sfugge il nome di uno scorcio di Firenze che ci è così familiare ma che non riusciamo a riconoscere e a collocare nell’attuale contesto della città, ecco che il libro ci viene in aiuto.

Mirko come sempre non tradisce il suo lettore e stavolta ci intrattiene con un’opera originale, un po’ diversa, un misto tra saggio, romanzo, documentario, raccolta di interviste, opinioni e fotografie.

Dietro l’occhio della cinepresa, attraverso le sequenze più significative delle pellicole, ci mostra la città e la sua trasformazione negli anni, mentre i personaggi ci rivelano i cambiamenti politici, etici e sociali nel tempo. Una carrellata di film che abbracciano un periodo che va dagli inizi del secolo fino al 2016 con Inferno, ultimo film menzionato.

Attraverso un’accurata e dettagliata ricerca, che passa anche attraverso il contributo di personaggi di rilievo della cultura e dell’ambiente fiorentino, come scrittori, giornalisti, attori, registi, editori, critici, blogger – Sergio Forconi, Maurizio Lombardo, Barbara Enrichi, Paolo Ciampi, Chiara Novelli, Nicola Ronchi, Militello, Gordiano Lupi, Valerio Aiolli, Emiliano Gucci, solo per citarne alcuni – Mirko ci offre un’opera dettagliata, documentata e approfondita di luoghi, fatti e persone, svelandocene curiosità e aneddoti.

La lettura del libro è stata per me l’occasione per rivedere i film o per vederli la prima volta (ebbene sì, lo ammetto Incompreso di Comencini sempre scartato a priori per la nomea di film strappalacrime, si è rivelato invece una piacevole scoperta che mi sono gustata in ogni singola sequenza). Meravigliose le pellicole datate come Paisà, Cronache di poveri amanti, Le ragazze di San Frediano, Metello con le suggestive inquadrature di una Firenze d’inizio secolo, per non parlare della saga di Amici miei, A ovest di Paperino, Caruso Pascoski di padre polacco, Benvenuti in casa Gori, i Laureati, il Ciclone, film che rappresentano tutta la goliardia fiorentina e che hanno accompagnato la mia gioventù. Viene citato anche un film tratto dal romanzo di Saviane Eutanasia di un amore, girato a pochi passi da casa mia, di cui ricordo bene i giorni delle riprese.

Ricomincio da Firenze è veramente un libro interessante, piacevole, stimolante che ogni fiorentino dovrebbe conservare nella propria biblioteca o sul tavolino del salotto, davanti al televisore.

Firenze, 25 novembre 2020 di Antonella Cipriani

Biblografia Tondi M. Ricomincio da Firenze Ed.Il Foglio, 2020 Piombino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: