WEN – FIGLI – Il fratellino – Brunetto Magaldi

Laura ed io siamo sposati da sei anni e aspettiamo il nostro secondo bambino.

Laura è al sesto mese e l’ultima ecografia cui si è sottoposta ha confermato che sarà un maschietto.

Abbiamo già una bambina, Silvia, che ora ha quasi quattro anni e siamo felicissimi di poterle regalare un fratellino.

Silvia è affascinata dalla pancia della mamma da quando si è accorta, con crescente stupore, che, giorno dopo giorno, stava lievitando.

Silvia è una bambina intelligente e pertanto curiosa e ha voluto sapere perché la sua mamma fosse tanto ingrassata.

Laura le ha spiegato che dentro la sua pancia c’era un fratellino che a poco a poco stava crescendo e che fra non molto ne avrebbe fatto la conoscenza.

Da quando ha saputo che dentro la pancia della mamma c’è un fratellino, quasi ogni giorno vuole accarezzarla e vi poggia il suo orecchio per sentirne i battiti e i movimenti.

E riempie la mamma di interrogativi.

“E quando il fratellino ha sete chi gli dà da bere?”

“E quando ha fame?”

Laura le ha spiegato che quando il fratellino ha sete o ha fame, lei beve e mangia e parte di quello che ha bevuto o mangiato arriva al fratellino che così può crescere normalmente.

Ha riflettuto e poi ha fatto un’altra domanda.

“Anche io sono stata nella tua pancia?”

“Sì cara” ha risposto Laura“ anche tu sei stata nella mia pancia per nove mesi ed io li dentro ti ho coccolato, ti ho fatto bere, ti ho fatto mangiare e, a poco a poco ti ho fatto diventare la bella bambina che tu sei !”

Silvia ha riflettuto ancora per qualche momento e poi, guardandomi fisso, mi ha detto:

“Dunque ha fatto tutto la mamma, tu papà non hai fatto nulla per me?”

Ed era insieme una mezza domanda ed una mezza affermazione.

“Veramente” ho risposto imprudentemente “Qualche cosa ho fatto anch’io”.

Mi ha guardato severamente, come se se si fosse accorta che le avevo detto una bugia e pertanto mi voleva smascherare.

“Ah sì ? E cosa avresti fatto tu per me? “

Sono rimasto spiazzato e dopo un attimo di esitazione ho cercato di salvarmi in corner.

“Io ho dato da bere e da mangiare alla mamma.”

Quale altra risposta le potevo dare?

La gravidanza

In fondo aveva ragione.

E’ la mamma che ha fatto quasi tutto.

Io mi ero limitato solo a quel quasi.

Ma con tanto amore.

di Brunetto Magaldi

Una opinione su "WEN – FIGLI – Il fratellino – Brunetto Magaldi"

  1. Risposta migliore non poteva trovare, un padre amoroso, senza andar nel difficile. I figli sono un dono prezioso e fanno domande davvero complicate. Complimenti, bel racconto.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: