WEN – FIGLI – Noi – Marcella Spinozzi Tarducci

Stringendoci forte la mano
come a sentirci tutt’uno
ti abbiamo vista nascere.
piccolo passero implume, nostro soltanto.
I tuoi piedini rosei
sbocciavano come fiori vividi
stretti nella mano del mago
che ti ha condotto alla vita,
I tuoi occhi stupiti
guardavano il mondo a rovescio.
Sopra di te, come bianco gabbiano,
volava l’ala bianca della suora.

Eppure, così piccola,
tu conoscevi già le strade del mondo
e già sapevi la parola
che ci avrebbe fatto soffrire
e quella che
improvvisa
ci avrebbe colmati di gioia.
Le tue mani rugose e tenere
stringevano già tutte le cose del mondo,
il tuo pianto le reclamava tutte
nel brivido di quel corpicino guizzante.

Ti vedemmo, e sapemmo allora
di non essere soli
e di soffrire
e di esser felici.
Stringendoci forte la mano
come a sentirci tutt’uno
accettammo per noi
il dolce fardello della tua nuova vita,
piccolo passero implume, nostro soltanto.

Da: EMOZIONI
di Marcella Spinozzi Tarducci

Tutti i diritti riservati.

Una opinione su "WEN – FIGLI – Noi – Marcella Spinozzi Tarducci"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: