WEN – GENITORI – A mio padre – Rocco Giuseppe Tassone

Il mondo, con il suo cielo stellato,

sembra precipitarmi addosso,

con le sue pareti di nuvole

cariche di pioggia e saette,

racchiude l’infinito

come il nulla nel pugno della mano.

La tigmonastia mi schiaccia

non lasciando il tempo

d’un respiro.

La nebbia, umida e fredda,

Le nuvole. Queste (s)conosciute

soffoca le parole

che mai più potrò dire

ingoiandole

in un tumultuoso vortice di silenzio.

Inerme assisto

al tuo divenire gelido e rigido

dopo l’ultimo sereno alito:

commiato dal mondo

al morire del giorno!

di Rocco Giuseppe Tassone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: