WEN – ACQUA – Mare – Antonella Cipriani

Mi sei mancato. Mi sono mancati lo sciabordio delle onde, il sale il profumo di salmastro, di posidonia Il suono irregolare e melodico della tua acqua mai ferma; Il contatto della sabbia sulla pelle, la sua invadenza senza permesso, il suo calore, la morbidezza, duttilità, quantità, lucentezza. Mi son mancate  le parole delle tue ondeContinua a leggere “WEN – ACQUA – Mare – Antonella Cipriani”

I vicini (un racconto a finali alternativi)

Di Massimo Acciai Baggiani Questo racconto è un’opera di fantasia. Nomi, personaggi, luoghi e avvenimenti sono frutto dell’inventiva dell’autore e vengono usati in modo fittizio. Qualsiasi somiglianza con persone reali, vive o defunte, fatti o luoghi è assolutamente casuale. Ogni tempesta inizia con una singola goccia. Tutto principiò una notte di aprile; sei andato aContinua a leggere “I vicini (un racconto a finali alternativi)”

Apocalissi fiorentine – Calamità o rivelazione?

L’antologia di 24 racconti è corredata da illustrazioni elaborate dagli studenti del prof. Marcello Scalzo e il connubio tra immagini artistiche e invenzioni narrative è davvero efficace. Firenze, protagonista dello spazio in cui si succedono Apocalissi “bibliche” e Apocalissi “tecnologiche”, ha come coprotagonista o, per meglio dire, avversario, il Tempo, una categoria narrativa che èContinua a leggere “Apocalissi fiorentine – Calamità o rivelazione?”

4° WEN – 4 e 5 LUGLIO: IL NUOVO TEMA PER IL WEEK-END DEL NARRATORE È “ACQUA”

Continua l’iniziativa WEN (il Week-End del Narratore) lanciata dal GSF sul proprio Blog, dopo la numerosissima partecipazione ai tre precedenti temi “Covid-19”, “Quanti siamo“ e “Là fuori”. Vi invitiamo ora a continuare a scrivere e a inviare i vostri racconti e poesie. Il nuovo tema, ispirato ai quattro elementi, è: “ACQUA”. Che cosa vi ispira questa parola?  IContinua a leggere “4° WEN – 4 e 5 LUGLIO: IL NUOVO TEMA PER IL WEEK-END DEL NARRATORE È “ACQUA””

WEN – LÀ FUORI – Nulla di nuovo – Carlo Menzinger

Ho finalmente messo a punto la macchina del tempo! È qualcosa che non ha nulla a che fare con spazi multidimensionali, velocità della luce, buchi neri e cose simili. Ho lavorato su quelli che chiamo “campi onirici”, generati da onde genetiche quantistiche. Ho tentato quindi il primo esperimento di traslazione temporale umana su di me.Continua a leggere “WEN – LÀ FUORI – Nulla di nuovo – Carlo Menzinger”

WEN – LÀ FUORI – Sicurezza – Carlo Menzinger

«Non lasciarmi ancora, mammina, portami con te». «Ancora con questa storia, Paolo? È da quando eri piccolino che ti dico che se non vado là fuori, a lavorare, non posso portarti da mangiare…» «Lo so, mammina, ma non voglio restare da solo tutto il giorno in queste stanze. Voglio venire con te». «Quante volte tiContinua a leggere “WEN – LÀ FUORI – Sicurezza – Carlo Menzinger”

WEN – LÀ FUORI – Angoscia infernale – Marcovalerio Bianchi

ANGOSCIA INFERNALE A novantadue anni Luigi viveva con la figlia Sara e il nipote Alberto.Da quando non ancora ottantenne era rimasto vedovo, non avendo più la vicinanza e il sostegno dell’unica figlia che ormai viveva in un’altra città, sembrava non aver più interessi. Ma la vita non aveva ancora smesso di riservargli sorprese: qualche annoContinua a leggere “WEN – LÀ FUORI – Angoscia infernale – Marcovalerio Bianchi”

WEN – LÀ FUORI – Là fuori, dove? – Giovanna Ristori

Sono stanca di questa pandemia che mi ha portato lontano, oltre ogni pensiero che possa essere umano, oltre ogni immaginazione della peggiore condizione.Sono stanca di aspettare, di sentirmi dire quel che non posso fare, di farmi passare avanti da chi, più di me, ha levato lamenti.Di star chiusa con chi langue divertimenti e con chiContinua a leggere “WEN – LÀ FUORI – Là fuori, dove? – Giovanna Ristori”

WEN – LÀ FUORI – Papere – Serena Taccagni

PAPERETu continui a ripetermi “ Là fuori “, e io non capisco dove. Siamo già fuori, seduti su questa fredda panchina, la solita, da più di due ore, e tutto quello che sai dirmi, mentre osservi il laghetto e le papere belle panciute, è solo “Là fuori”. Se ti chiedo come và, tu mi rispondiContinua a leggere “WEN – LÀ FUORI – Papere – Serena Taccagni”

WEN – LÀ FUORI – La filanda – Nicoletta Manetti

Dal romanzo “VICO” LA FILANDAMarradi 1934 Mentre si incamminava alle sei di mattina verso la filanda, l’Annina, infagottata di grigio, non parlava con le compagne: aveva freddo e sonno. Nemmeno dopo si scambiava una parola, per il rumore delle macchine e delle caldaie: il rimbombo scendeva pesante dalle volte del soffitto fino dentro alla testaContinua a leggere “WEN – LÀ FUORI – La filanda – Nicoletta Manetti”

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito