WEN – GOLA – Il pasto delle Menadi – Carlo Menzinger

 «Dormito bene, sorella?» Una ragazza spettinatissima e sporca la stava fissando mezza nascosta dietro un albero. Aracne sussultò. Il sole si stava alzando all’orizzonte. «Non avere paura, sorella, siamo tue amiche» intervenne un’altra voce. Aracne si girò e vide un’altra giovane, forse ancora più lurida, acquattata tra i cespugli, con il sedere che quasi toccavaContinua a leggere “WEN – GOLA – Il pasto delle Menadi – Carlo Menzinger”

WEN – GOLA – La gola di Gian Gastone – Renato Campinoti

Quando, il 9 luglio del 1737, Gian Gastone dei Medici moriva dopo una lunga agonia nel suo letto nella reggia di Palazzo Pitti, erano in molti ad essere convinti che la causa principale di quella morte era stata la sua gola, il suo alcolismo, la sua dissolutezza sessuale. Fu così che molti la pensavano eContinua a leggere “WEN – GOLA – La gola di Gian Gastone – Renato Campinoti”

WEN -GOLA – È pronto in tavola – Brunetto Magaldi

Il professor Luigi Vergati, già ordinario di latino e greco, alla soglia dei settanta anni era, sia pur malvolentieri, andato in pensione. Da cinque anni vedovo, abitava da solo nel vecchio appartamento in affitto dove aveva trascorso cinquantatre anni con la sua amata Rosa, dove aveva cresciuto i suoi tre figli, dove aveva i suoiContinua a leggere “WEN -GOLA – È pronto in tavola – Brunetto Magaldi”

WEN -GOLA – Passeggiata – Laura Gronchi

È bella Livorno in qualsiasi stagione, pure in questa grigia domenica marzolina, dove il sole velato dai cirri, non scalda neanche un pochino. Passeggio lungo Via Grande con la mia amica Chiara, sbirciando le vetrine che si aprono sotto i portici. Chiacchieriamo tra noi con il morale alle stelle, mentre vaghiamo di negozio in negozioContinua a leggere “WEN -GOLA – Passeggiata – Laura Gronchi”

WEN – GOLA – Master Chef iraniano – Manna Parsì

Un pomeriggio Sima torna a casa con le buste della spesa piene di roba da mangiare. Reza, il marito, le dà un’occhiata sospettosa e sente tremare la gamba sinistra; è il tic nervoso che gli viene ogni volta che la moglie combina una delle sue. Sima appoggia le buste sul tavolo di cucina e guardaContinua a leggere “WEN – GOLA – Master Chef iraniano – Manna Parsì”

WEN – GOLA – Ciacco preso per la gola – Caterina Perrone

Resistere alla gola? Non ci provo nemmeno. Mi carezzo il ventre gonfio e soddisfatto, o vuoto che reclama di essere placato. Fui empio, mai codardo di fronte a un fiero pasto. Sono schiavo del mangiare e del bere, non penso ad altro, dal mattino quando mi levo alla notte quando mi corico. E quando dormoContinua a leggere “WEN – GOLA – Ciacco preso per la gola – Caterina Perrone”

WEN – GOLA – Guardia e ladri – Milena Beltrandi

«Attento potrebbe essere un tranello, hai visto il fratello Job “Il Goloso” che brutta fine? Nemmeno suo padre Job “il Forte” è riuscito ad aiutarlo!» «Sì, sì lo so, sto attento, ma ricordati che il mio soprannome è “il Furbo” sai bene perché!» «Furbo, furbetto, sta attento che il vero pericolo è quello che dormeContinua a leggere “WEN – GOLA – Guardia e ladri – Milena Beltrandi”

WEN – GOLA – Cioccolismo – Luigi De Rosa

Fonte Amara era un piccolo paese abitato prevalentemente da anziani ultra ottantenni. Un quadro normale nell’Italia degli ultimi tempi. Si trattava di anziani conservatori ma non troppo, abitudinari ma ancora attaccati alla vita. O almeno questo era quello che vedeva Don Domenico, unico prete e quindi guida spirituale del piccolo comune. Se c’era una cosaContinua a leggere “WEN – GOLA – Cioccolismo – Luigi De Rosa”

WEN – GOLA – Appeso a un filo – Serena Taccagni

La prima volta mi hanno chiamato foca all’uscita della scuola. Lo ricordo bene. Foca e poi quel verso con le mani, prima uno, poi due, poi tutta la 3^ D. Da quel giorno ne sono passati di soprannomi, nomignoli, più o meno fantasiosi. Da chi ti diceva, come fai a vestirti, a camminare, ippopotamo, alContinua a leggere “WEN – GOLA – Appeso a un filo – Serena Taccagni”

WEN – GOLA – Una lunga abbuffata – Silvia Taccagni

 Gianna si voltò a guardare suo figlio. Paolo era lì sul divano,davanti alla tv e, come al solito si stava abbuffando. Fin da piccolo l’assimilare era stata la sua principale priorità. In precedenza Gianna di questo se ne era fatta un cruccio. Tutti gli altri bambini non vedevano l’ora di giocare, mentre suo figlio passavaContinua a leggere “WEN – GOLA – Una lunga abbuffata – Silvia Taccagni”

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito