TRE PREMI PER “GENTE DI DANTE”

L’antologia del GSF – Gruppo Scrittori Firenze “Gente di Dante” (Tabula Fati, Settembre 2021), curata da Caterina Perrone e Carlo Menzinger di Preussenthal il 10 ottobre ha avuto l’onore di veder premiato un nuovo racconto presente nel volume. Si tratta di “Io sono la Pia”, con cui Caterina Perrone ci parla di questo misterioso personaggio femminile della Divina Commedia, la cui esatta identificazione è ancora dibattuta.

Sono così già tre i racconti presenti nell’antologia che hanno vinto dei premi.

Io sono la Pia” di Caterina Perrone il 10/10/2021, è stato il primo classificato in Categoria C della 7^ edizione del Premio Internazionale di Letteratura “Sigillo di Dante”, promosso dal Comitato della Spezia della Associazione Dante Alighieri, con la seguente motivazione: Racconto bellissimo imperniato su uno dei personaggi più tragici e misteriosi di Dante. La storia della Pia nella “Commedia” è limitata a sette versi, nei quali però è ottimamente delineato il carattere “gentile” della donna, e questo racconto ce la fa rivivere proprio così e secondo le più recenti interpretazioni: si tratterebbe di Pia Malavolti, moglie di Bertoldo degli Alberti. Appare stupenda la descrizione dei personaggi e molto accurato e documentato lo spaccato del Medioevo, tra lotte civili e vita quotidiana. Il titolo va letto calcando sulla parola “Io”, come a dire: “Sono io la vera Pia di Dante e non altre descritte nel tempo”.

L’epica ingloriosa fine del cavalier Donati” di Paolo Ferro è opera vincitrice del Premio “La Città sul Ponte – 2020 del GSF, Categoria “Racconto a tema: la Toscana, terra di Storia e di storie”, già pubblicato da A.L.A: Edizioni nell’antologia del Premio “La città sul Ponte”. La motivazione del Premio è: “Ottima e dettagliata ricostruzione storica dell’autore che con maestria ripercorre, passo dopo passo, le gesta di un personaggio che fu determinante per la sorte della città di Firenze“.

Ready Infernum Player” di Silvia Alonso, il 15 Maggio 2021, si è classificato secondo per la sessione racconti inediti sull’inferno dantesco al Premio Letterario Internazionale Creati-Vita Firenze, con la seguente motivazione: Sapienzale il racconto “Ready Infernum player- l’amore che muove il sole e le altre stelle” che sa aggiornare il viaggio dantesco al tempo odierno in tono satirico, introducendo un videogame, a più livelli, al posto della struttura delle tre cantiche della Divina Commedia ma, al contempo, attuando in modo senziente una scrittura fruibile da tutti i lettori in base alla propria preparazione culturale. Quindi, vari gradi di comprensione in quanto all’interno dell’opera sono contenuti simboli e archetipi, da sempre patrimonio filosofico di vera saggezza, proprio come era per i Fedeli D’Amore di cui Dante faceva parte.” (Enrico Taddei, segretario del Premio).

Con l’occasione si ricorda che Lunedì 18 Ottobre 2021, alle ore 17,00 presso SMS – Società di Mutuo Soccorso di RifrediVia Vittorio Emanuele II, 303 (50134 Firenze), ci sarà la Presentazione dell’antologia del GSF – Gruppo Scrittori Firenze“Gente di Dante”.

Presentano Clara Vella, Arrighetta Casini e il curatore Carlo Menzinger di Preussenthal. Brevi interventi degli autori presenti

Il GSF con questo volume che comprende 36 racconti sui personaggi del tempo e delle opere dell’Alighieri, ha voluto commemorare la ricorrenza dei 700 anni dalla morte del poeta fiorentino.

Premio Letterario Toscana

Premio Letterario Toscana La premiazione a Firenze il 17 Ottobre 2020 Biblioteca delle Oblate ore 17

Il Gruppo Scrittori Firenze ospita la Premiazione della 1°edizione 2020

di Cristina Gatti

IL PREMIO LETTERARIO TOSCANA HA DESIGNATO I CINQUE FINALISTI
SABATO 17 OTTOBRE LA PREMIAZIONE A FIRENZE

Il Premio Letterario Toscana, nonostante le battute di arresto dovute alla situazione sanitaria, è in dirittura d’arrivo, designando dopo mesi di selezione i cinque finalisti che si contenderanno il Premio Letterario Toscana 2020 e il Premio della Critica.
Al Gruppo Scrittori Firenze l’arduo compito di ospitare, in tempo di Covid-19, l’accoglienza e la cerimonia di Premiazione che si terrà presso la Biblioteca delle Oblate a Firenze sabato 17 Ottobre, ore 17.
Le Associazioni toscane promotrici del Premio Letterario Toscana sono: Associazione Letteratura e Dintorni di Grosseto (Premio città di Grosseto “Amori sui generis”), Associazione Culturale Gruppo Scrittori Senesi (Premio letterario Città di Siena), Gruppo Scrittori Firenze (Premio di Narrativa e Poesia “La Città sul Ponte”), Proloco Litorale Pisano (Premio Letterario Il Delfino), Associazione Liberi Autori ALA (Premio ALA “Il Magnifico Lettore” di Livorno), Premio Garfagnana in Giallo/Barga Noir di Lucca, Associazione Scrittori Aretini Tagete (Premio Letterario Tagete”).
Il premio, nato dall’iniziativa delle suddette sette associazioni e relativi premi letterari, ha lo scopo di eleggere “il libro dell’anno”, riservando l’ammissione al concorso ai romanzi primi classificati nei premi indetti dalle singole organizzazioni provinciali. Queste opere narrative, già di rilievo, sono state sottoposte al giudizio di librai e giornalisti, individuati dai membri del comitato organizzatore e che hanno letto e poi indicato i cinque finalisti. Ecco i nomi degli autori e i titoli delle opere: Michelangelo Bartolo (L’Afrique c’est chic), Marco Speciale (Il palazzo dei percorsi perduti), Iacopo Maccioni (Occhi di marrone), Lidia del Gaudio (Il delitto di via Crispi n. 21), Giovanna Nieddu (Io sono Anna ho attraversato il mare).
Il Comitato del Premio aveva previsto un ciclo di presentazioni dei libri nelle varie province, con il supporto delle librerie e dei giornalisti, ma questo è stato impossibile per il lungo blocco imposto dall’emergenza sanitaria. Tuttavia il lavoro di valutazione è andato avanti e i librai hanno espresso il loro giudizio sul Vincitore Assoluto del premio, mentre i giornalisti assegneranno il Premio Speciale della Critica.
Alla valutazione delle opere narrative hanno collaborato per la giuria dei giornalisti, coordinati da Cristina Gatti, presidente del Gruppo Scrittori Firenze: Faustina Tori (La Nazione, Firenze), Irene Blundo (ST Storia e storie di Toscana e Webmagazine Giallorama) e Lina Senserini (collaboratrice de Il Tirreno, Grosseto), Alessandro Barabino (Livorno) Annalisa Coppolaro (Siena), Angela Maria Fruzzetti (Massa), Claudio Santori (La Nazione, Arezzo) e Luca Caneschi (Teletruria Arezzo), Donatella Lascar (Il Tirreno, Pisa), Mario Rocchi (La Nazione, Lucca).
Hanno dato invece vita alla giuria dei librai, coordinata da Carlo Legaluppi dell’Associazione Letteratura e Dintorni di Grosseto:

Mondadori di Siena, Mondadori di Grosseto, La Feltrinelli di Arezzo, Leggermente di Firenze, Libreria Libri di Livorno, Lucca Libri, Bigini libri in armonia di Massa, Fogola di Pisa.
Un’organizzazione complessa e ramificata nella regione, formata da referenti delle varie associazioni/premi e che, con il coordinamento di Massimo Granchi (Presidente Gruppo Scrittori Senesi) e Carlo Legaluppi (Associazione Letteratura e Dintorni di Grosseto), è stata capace di tenere unite le fila e lavorare insieme, attraverso numerosi incontri in città toscane e fitti collegamenti, con l’obiettivo di dare risalto a talenti emergenti nel campo della letteratura e di stimolare in un più vasto pubblico la passione per la lettura.
Ormai mancano solo pochi giorni per conoscere la classifica finale, che sarà tenuta rigorosamente segreta fino all’ultimo giorno, ma possiamo dire che hanno già vinto tutti i partecipanti e gli appassionati organizzatori di questa prima edizione.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: