WEN – ACQUA – Diario di Bordo – Silvia Taccagni

Non ricordavo da quanto tempo mi trovavo lì a guardare incantata quelle piccole increspature che si spostavano regolarmente da destra verso sinistra sulla superficie dell’acqua,ma, a giudicare dalle mie mani avvizzite,doveva essere parecchio che ero in ammollo. Mi concentrai e continuai a guardare. E proprio lì, fra un’increspatura e l’altra, intravidi la mia immagine riflessa.Continua a leggere “WEN – ACQUA – Diario di Bordo – Silvia Taccagni”

WEN – ACQUA – L’acqua scorre – Caterina Perrone

Sulla riva del fiume ho atteso il cadavere del mio nemico. Invano. Dopo giorni e notti ho lanciato gli steli di millefoglie in cerca di una risposta. Sung è stata la sentenza. “In alto il cielo, sotto l’acqua, un moto che allontana: l’immagine della lite. Seguitare nel contrasto porta sciagura, incontrarsi a metà strada recaContinua a leggere “WEN – ACQUA – L’acqua scorre – Caterina Perrone”

WEN – ACQUA – L’acqua – Serena Taccagni

Nuotare mi piace più di ogni altra cosa a questo mondo. L’acqua riesce sempre a tranquillizzarmi. Io non sono bravo con le parole e qui non ho bisogno di loro. Nessuno parla con me, nessuno mi fa domande e io non mi devo sforzare di essere simpatico. Io non sono magro, anzi sono un belContinua a leggere “WEN – ACQUA – L’acqua – Serena Taccagni”

WEN – ACQUA – Il Cliente – Carlo Menzinger

A Firenze quando si vuole andare in vacanza ci si chiede: andiamo al mare, in montagna, a fare un viaggio o in Versilia? Già, perché andare in Versilia non è come andare al mare. Non dico questo per via delle Alpi Apuane che svettano sulle spiagge e sono a due passi, ma perché in VersiliaContinua a leggere “WEN – ACQUA – Il Cliente – Carlo Menzinger”

WEN – ACQUA – L’Abluzione – Manna Parsì

Sima Banù era inginocchiata vicino alla fontana davanti alla vasca e mormorava versetti del Corano. Era un torrido pomeriggio d’estate di Teheran. Dall’altro lato della vasca la bambina la fissava. Si sentiva il chiasso dei ragazzini dal vicoletto dietro il muro del giardino. Quanto avrebbe voluto stare insieme a loro, mettere i piedini nudi perContinua a leggere “WEN – ACQUA – L’Abluzione – Manna Parsì”

WEN – ACQUA – Mare – Antonella Cipriani

Mi sei mancato. Mi sono mancati lo sciabordio delle onde, il sale il profumo di salmastro, di posidonia Il suono irregolare e melodico della tua acqua mai ferma; Il contatto della sabbia sulla pelle, la sua invadenza senza permesso, il suo calore, la morbidezza, duttilità, quantità, lucentezza. Mi son mancate  le parole delle tue ondeContinua a leggere “WEN – ACQUA – Mare – Antonella Cipriani”

Apocalissi fiorentine – Calamità o rivelazione?

L’antologia di 24 racconti è corredata da illustrazioni elaborate dagli studenti del prof. Marcello Scalzo e il connubio tra immagini artistiche e invenzioni narrative è davvero efficace. Firenze, protagonista dello spazio in cui si succedono Apocalissi “bibliche” e Apocalissi “tecnologiche”, ha come coprotagonista o, per meglio dire, avversario, il Tempo, una categoria narrativa che èContinua a leggere “Apocalissi fiorentine – Calamità o rivelazione?”

4° WEN – 4 e 5 LUGLIO: IL NUOVO TEMA PER IL WEEK-END DEL NARRATORE È “ACQUA”

Continua l’iniziativa WEN (il Week-End del Narratore) lanciata dal GSF sul proprio Blog, dopo la numerosissima partecipazione ai tre precedenti temi “Covid-19”, “Quanti siamo“ e “Là fuori”. Vi invitiamo ora a continuare a scrivere e a inviare i vostri racconti e poesie. Il nuovo tema, ispirato ai quattro elementi, è: “ACQUA”. Che cosa vi ispira questa parola?  IContinua a leggere “4° WEN – 4 e 5 LUGLIO: IL NUOVO TEMA PER IL WEEK-END DEL NARRATORE È “ACQUA””

WEN – LÀ FUORI – Nulla di nuovo – Carlo Menzinger

Ho finalmente messo a punto la macchina del tempo! È qualcosa che non ha nulla a che fare con spazi multidimensionali, velocità della luce, buchi neri e cose simili. Ho lavorato su quelli che chiamo “campi onirici”, generati da onde genetiche quantistiche. Ho tentato quindi il primo esperimento di traslazione temporale umana su di me.Continua a leggere “WEN – LÀ FUORI – Nulla di nuovo – Carlo Menzinger”

WEN – LÀ FUORI – Sicurezza – Carlo Menzinger

«Non lasciarmi ancora, mammina, portami con te». «Ancora con questa storia, Paolo? È da quando eri piccolino che ti dico che se non vado là fuori, a lavorare, non posso portarti da mangiare…» «Lo so, mammina, ma non voglio restare da solo tutto il giorno in queste stanze. Voglio venire con te». «Quante volte tiContinua a leggere “WEN – LÀ FUORI – Sicurezza – Carlo Menzinger”

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito