WEN -TERRA – Cresce l’olivo nella terra amica – Chiara Sardelli

Intensamente ti penso olivo che cresci modesto e frondoso Le tue radici affondano e si espandono nella terra che mi è amica Starei per dire nella mia terra, ma il possesso non mi appartiene, meglio, non ci appartiene Ora il verde opacizzato dei tuoi rami cresce in me Sento la vita che scorre dal troncoContinua a leggere “WEN -TERRA – Cresce l’olivo nella terra amica – Chiara Sardelli”

WEN – TERRA – L’incessante protesta della vita – Paolo Orsini

Uomo di terra, amo il passo tra i sentieri, nei boschi delle colline, verso l’orizzonte degli altipiani, per poi scendere a fondo valle e ancora affretto il passo attratto verso il mare, il mare d’inverno, il mare d’estate. Terra e mare, enigma poetico, indecisione vitale, miscela di vita, alchimia di felicità, promessa e premio diContinua a leggere “WEN – TERRA – L’incessante protesta della vita – Paolo Orsini”

WEN – TERRA – Terra mai sazia – Antonino Impellizzeri

Digradano come vermi nel forno nudi senza vesti per non sudare senza mattino che conosca giorno ventiquattrore di buio per campare   Schiavi per un quarto di pane duro per sfamarsi di briciole di lire senza fiato inumati nel ventre scuro formicaio di morti dove impazzire   Ladri di oro che appartiene al diavolo caveContinua a leggere “WEN – TERRA – Terra mai sazia – Antonino Impellizzeri”

WEN – Terra – Case – Maila Meini

Ispido di erba stenta e scoppi gialli di ginestra, il pendio scende verso il letto rinsecchito del torrente.   Dalla valle profondamente muta in pieno agosto un uccello nero sale su ali silenziose, spirito intento a lasciare un corpo.   Trattengo il respiro tra i fantasmi di suono, tessuti fra le fibre della terra.  Continua a leggere “WEN – Terra – Case – Maila Meini”

WEN – TERRA – Il terzultimo pianeta – Carlo Menzinger

Nel gelo della notte infinita Da un pianeta di ghiaccio Illuminato dalla fioca luce di un sole morente Ere fa sono partito Assieme ai miei fratelli dimenticati Assieme ma divisi Per sempre Ognuno verso una diversa luce Ognuno verso un diverso destino Diretti Lontani milioni di parsec Divisi da abissi insondabili Per sempre Il mioContinua a leggere “WEN – TERRA – Il terzultimo pianeta – Carlo Menzinger”

WEN – TERRA – Né in cielo né in terra – Nicoletta Manetti

Il mio passo, il ronzio di un calabrone. Chi ha abitato questo luogo? C’è nessuno? Ascolto. Una porta sbatte, un campanello insiste, risate come grugniti o fiori spampanati, grida stridule come gessi sulla lavagna, un rosario di lamenti risuonano in testa volti invisibili, occhieggiano, spiano. Mi aspettavano. Il vuoto è pieno, il silenzio è frastuono.Continua a leggere “WEN – TERRA – Né in cielo né in terra – Nicoletta Manetti”

WEN – TERRA – Terra – Luigi Ciampolini

Terra Magnifica e munifica ma tanto distante dal mio ardore. Il mio fuoco aleggia con il suo calore sulla crosta arroventata. Il mio alito leggero È spiffero romantico e sincero ma troppo lontano dalla tua sabbia dalla tua polvere e dalla tua rena. Il mio amore è l’acqua fresca abbondante che ti dovrebbe nutrire dandotiContinua a leggere “WEN – TERRA – Terra – Luigi Ciampolini”

WEN – TERRA – Terra matrigna – Carlo Menzinger

Madre Terra Madre di chi? Generatrice Nutrice Non certo sorgente d’amore Terra Terra indifferente Terra di pietra, polvere e sassi Terra di vento, tempesta e burrasca. Cosa importa a te, Terra, di noi piccoli uomini? Ti offendiamo, ti feriamo, ti avveleniamo Ti amiamo, succhiamo il tuo latte, ma la nostra vita non è la tuaContinua a leggere “WEN – TERRA – Terra matrigna – Carlo Menzinger”

WEN – TERRA – Oh,madre natura – Zorzetto

oh,madre natura, noi ti amiamo, ma a volte siamo ingrati, ti distruggiamo, per il nostro egoismo. madre natura, tu di noi hai cura, col tuo verde rigoglioso; la tua bellezza intatta, tu sei un bene prezioso, e noi ti abbiamo distrutta. madre natura, di te,ora, noi avrem piu’ cura, perche’ tu ci dai la vita; che e’Continua a leggere “WEN – TERRA – Oh,madre natura – Zorzetto”

WEN -TERRA – Ostinata e pronta – Maila Meini

Una brezza proveniente da lontano spettina l’erba selvaggia del giardino, la riempie di onde come il libeccio il mare, del salice agita le chiome sciolte e l’edera che deborda sopra il muro.   La giornata appare ancora cristallina, ma all’orizzonte si aggruppano in un branco nuvole sparse, poi insorgono col vento e avanzano insistenti.  Continua a leggere “WEN -TERRA – Ostinata e pronta – Maila Meini”

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito