WEN – INVIDIA – Divina – Silvia Taccagni

Sofia aprì gli occhi e la prima cosa che vide fu il rosa del soffitto. Rimase stupita; quello di camera sua non era di quel colore. Era confusa. L’ultimo ricordo che aveva era lei che si arrampicava su quel loggiato per sbirciare nella camera di Divina. L’invidia era un sentimento che Sofia non aveva maiContinua a leggere “WEN – INVIDIA – Divina – Silvia Taccagni”

WEN – INVIDIA – L’invidia è una brutta bestia – Luigi De Rosa

I fatti di cronaca che avevano sconvolto la città sembravano opera di un mostro, più che di un normale criminale. Corpi smembrati, testimoni divenuti catatonici dopo aver visto l’autore dei misfatti, telecamere che mostravano una grossa ombra impossibile da riconoscere. Le vittime erano state in tutto sei: un tabaccaio, un avvocato, una giornalista, una coppiaContinua a leggere “WEN – INVIDIA – L’invidia è una brutta bestia – Luigi De Rosa”

WEN – INVIDIA – Il duello – Bruno Magaldi

Nel Nobile Castello, dove Dante, nel suo viaggio agli inferi, incontrò gli Spiriti Magni, si ritrovano ogni tanto, chi scendendo dal Paradiso, chi salendo dal Purgatorio (o dall’Inferno in libera uscita), i grandi poeti di ogni epoca che con le loro opere ed i loro versi hanno emozionato ed arricchito l’umanità. Lassù il tempo nonContinua a leggere “WEN – INVIDIA – Il duello – Bruno Magaldi”

WEN – INVIDIA – Il riscatto – Antonella Cipriani

Era sempre stato il più intelligente, il più simpatico, il più bello, insomma il più tutto, e noi compagni di classe vicino a lui, scomparivamo come conigli nelle mani di un prestigiatore. Aveva sempre mirato alto Pierfrancesco, sebbene non parlasse mai dei suoi progetti. Lo si capiva da come ci trattava, dall’alto in basso, sedutoContinua a leggere “WEN – INVIDIA – Il riscatto – Antonella Cipriani”

WEN – INVIDIA – L’orgoglio delle donne – Carlo Menzinger

Dopo aver sconfitto Tebe a Leuttra nell’anno olimpico 405[1], Sparta ebbe via libera per distruggere Atene e cancellare ogni traccia della sua cultura, creando un impero che dura ancora ai giorni d’oggi. «Organose, qual è il tuo problema con gli uomini? Perché ogni volta che ne parli sento l’odio nelle tue parole?» «Come potrei nonContinua a leggere “WEN – INVIDIA – L’orgoglio delle donne – Carlo Menzinger”

WEN – INVIDIA – L’arringa – Francesco Fattorini

“Oggi 15 giugno 1880, signori della corte di Firenze e voi uditori, dopo lunga carriera di avvocato mi trovo a esporvi una mia convinzione controversa, concedetemi qualche minuto. Il qui presente Buzzino de’ Pescioni, conosciuto da tutti come persona a modo, è oggi accusato di aver ferito il di lui fratello Lorenzo con ripetute botteContinua a leggere “WEN – INVIDIA – L’arringa – Francesco Fattorini”

WEN -Invidia – Lorenzaccio: la forza dell’invidia – Renato Campinoti

Quella mattina in Campo Polo a Venezia c’era ancora una nebbiolina bassa portata dall’umido della nottata. Era il 26 Febbraio del 1547. La sera precedente Lorenzino dei Medici, Lorenzaccio come lo chiamavano tutti a Firenze, era stato ad una festa invitato dalla famiglia Strozzi, dove era presente anche quella signora che frequentava sempre più spesso,Continua a leggere “WEN -Invidia – Lorenzaccio: la forza dell’invidia – Renato Campinoti”

WEN – INVIDIA – Il tubo – Serena Taccagni

Mentre lei contemplava il mare calmo tra le braccia rassicuranti di Francesco, pensava a come la vita sia imprevedibile, e come da una cosa negativa, come l’invidia, potesse nascere una cosa così bella come l’amore. Appena sei mesi prima lei, che viveva da sola ormai da molto tempo, era tornata a casa con sua mamma,Continua a leggere “WEN – INVIDIA – Il tubo – Serena Taccagni”

WEN – INVIDIA – Invidia del pelo – Carlo Menzinger

Sono una femmina umana. Appartengono cioè alla più infima delle razze di Fruchtbar. Non è colpa mia se lo sono, ma un colpevole esiste e sono i mei antenati che secoli fa decisero di non mescolare il nostro DNA terreste con quello delle meravigliose creature di Fruchtbar, tanto più adatte di noi a questo mondoContinua a leggere “WEN – INVIDIA – Invidia del pelo – Carlo Menzinger”

WEN – INVIDIA -Le sette gocce – Chiara Sardelli

Chi mi parla da lontano in questa notte che non riconosco più mia? Sono in sogno, lo so, mi sono accasciata sotto l’ombra di un albero, la chioma è cangiante, ora ad ombrello, ora spiovente. La mano si sporge anelando la stretta delle foglie. Non so scegliere. Non mi è di conforto il verde dell’olivo,Continua a leggere “WEN – INVIDIA -Le sette gocce – Chiara Sardelli”

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito